Amati gatti, José Jorge Letria

Una bianca e l’altra nera,
eccole le signore del mio destino immateriale,
del mio sonno riposto sulla pietra
dell’eternità dei tempi e delle notti.
Vi ho amate come chi ama
le donne impalpabili
che nascono dal corpo inebriante della luce

e poi si rifugiano nell’animo dei libri,
signore sprezzanti della sorte di chi le ama.
Molte volte le ho viste abbandonare la forma felina
per trasformarsi in donne capricciose,
dall’aria allucinata e febbrile, invadendo
le mie notti inquiete fatte di scrittura.
Cosa sarebbe stato di me, poeta appassionato,
se i nostri destini non si fossero fusi,
due acque della stessa fonte
che corrono veloci e limpide in direzione del mare,
imitando le stelle che corrono verso l’infinito?

(Dal capitolo 13° del libro)
Amati gatti (racconti sulla vita di gatti famosi e dei loro illustri padroni) è un insieme di racconti che si ispirano ai gatti di alcuni personaggi famosi. I racconti presenti nel libro sono basati su fatti reali e reinventano la vita di gatti e personaggi famosi. José Jorge Letria è famoso in Portogallo per le sue opere poetiche, teatrali e di letteratura per ragazzi. Ovviamente appassionato di gatti, convive con nove felini, compagni nello spazio e nell’immaginario della scrittura. Questo è il suo modo per rendere omaggio a un animale “domestico” che l’uomo non è mai riuscito ad addomesticare.

Se volete acquistare il libro lo trovate su Amazon.it: 

Amati gatti

Precedente La porta oscura. Il viaggiatore, David Lozano Successivo A casa del diavolo, Romano De Marco