Banditi di Sardegna, Franco Fresi

banditi-di-sardegna_1672_x600Con questo libro entriamo ancora una volta nel cuore della Sardegna, nella storia del banditismo e soprattutto nelle vite dei sette più famosi banditi vissuti tra la seconda metà dell’Ottocento e i primi trent’anni del Novecento. Dal Muto di Gallura Bastiano Tansu, che uccise per amore, a Giovanni Tolu, signore delle foreste, che raccontò tutta la sua vita a Enrico Costa per farne poi un libro. E per continuare con Laìcu Roglia, il bandito degli stazzi che secondo la leggenda scappò in America per rifarsi una vita, con le banditesse Lucia Delitala, nobile di nascita, Sa Reina, sorella dei banditi Serra-Sanna, che controllava tutta Nuoro, e con Paska Devadda, giovanissima banditessa che si diede alla macchia per seguire il suo fidanzato. E per finire poi con Pera Zuanne Angius e Cicciu Derosas, i killer del Logudoro, che avevano concesso un’intervista in mezzo alle montagne, con la primula rossa di Alghero, Antonio Agostino Alvau, “giovanissimo, senza un pelo in faccia e di fattezze femminili” (come lo descrive Giovanni Tolu), e con Samuele Stocchino, la Tigre d’Ogliastra, che fu soldato e combatté durante la Prima Guerra Mondiale.

Attraverso questi racconti ci vengono mostrate le leggende e le presunte verità sui banditi, sulle loro famiglie, sulla polizia e sulla vita nei paesini sardi di fine Ottocento. Un’avventura fatta di morti, sbagli, arresti e imbrogli in un’isola da sogno che nasconde numerosi misteri tra gli alberi, le spiagge e soprattutto tra le montagne.

VOTO: 7.5

Precedente Consigli di Novembre Successivo Non per un dio ma nemmeno per gioco, Luigi Viva