Bloody Mary

Dopo aver percorso le strade di Brooklyn scontrandoci con la mafia italo-americana attraverso “Back to Brooklyn”, del trio Palmiotti-Ennis-Vukelic. Ci spostiamo in un’altra ottima creazione di Ennis,
questa volta accompagnato dal disegnatore Carlos Ezquerra, chiamata Bloody Mary. Blody Mary si presenta come un fumetto fantapolitico/distopico in cui la Francia, considerata fascista, governa tutta l’Europa guidata da un ex hooligans del Milan, il presidente – dittatore Rochelle, che dopo aver cacciato il papa, dal suo quartier generale nel Vaticano comanda le sue armate in un guerra contro gli Stati Uniti, ormai sull’orlo dell’anarchia. Nelle fila degli Americani, facciamo la conoscenza del protagonista della storia, Mary Malone , un abile assassina che seppur stanca della guerra, dovrà scendere sul campo di battaglia dove ad aspettarla ci saranno i fantasmi del suo passato. Nonostante si tratti di argomenti forti come la guerra e l’odio verso gli extracomunitari, che in questo caso vengono eliminati nelle camere a gas, da una parte riesce comunque a divertire e dall’altra ricorda eventi crudeli e tristi della storia mondiale.

Precedente Il Castello in aria, Diana Wynne Jones Successivo Nascondi il tuo segreto, Julie Corbin