Chi perde paga, Stephen King

Morris Bellamy è un ragazzo ossessionato dallo scrittore John Rothstein e soprattutto dal personaggio della trilogia del “Fuggiasco” , Jimmy Gold. Dopo aver letto l’ultimo romanzo, Morris scopre che Jimmy Gold è diventato una persona completamente diversa rispetto ai primi due libri, e, furioso, decide di irrompere in casa di Rothstein per rapinarlo e sopratutto per vendicarsi. Una volta svuotata la cassaforte che contiene oltre ai soldi anche
un tesoro maggiore, svariati taccuini con gli appunti per un nuovo o più romanzi, decide di far saltare il cervello allo scrittore. Morris decide di nascondere il tesoro, ma quello che non sa è che passeranno trent’anni prima che possa recuperarlo, infatti alcuni giorni dopo verrà arrestato per aver stuprato una ragazza. Anni dopo un ragazzino di nome Peter Saubers ritroverà il tesoro di Bellamy, ignaro di tutto e soprattutto ignaro del fatto che<

br />Bellamy è uscito di prigione e rivuole quello che è suo. A questo punto sarà compito del detective Hodges e dei suoi collaboratori, Holly e Jerome, difendere Peter dalla furia di Bellamy. Si ritorna al thriller, con “Chi perde paga”, il secondo romanzo che compone la trilogia iniziata con “Mr. Mercedes”, affrontando un tema tanto caro a King, cioè il rapporto tra uno scrittore e l’ossessione del suo fan più fedele, già trattato in un altro suo famoso romanzo, “Misery”. “Chi perde paga” è strutturato come un puzzle, i capitoli si alternano tra passato e presente e si uniscono andando avanti nella lettura formando una storia ricca di colpi di scena e difficile da dimenticare. Rispetto al primo capitolo della trilogia, questo è strutturato in maniera diversa, infatti in “Mr Mercedes” la storia è incentrata  sullo scontro tra il detective Hodges e Mr. Mercedes, in “Chi perde paga” invece Hodges ha un ruolo leggermente marginale e lascia spazio ad altri due personaggi, Peter e Morris, due appassionati di libri, con personalità molto diverse. In attesa del terzo e ultimo romanzo, “End of watch” che concluderà la trilogia, posso dire che King ha messo a segno due centri e sono convinto che con questa trilogia si porterà a casa il punteggio pieno.

VOTO: 8

Precedente Consigli di Febbraio Successivo Serial Killer; Carlo Lucarelli, Massimo Picozzi