Destroy, Isabella Santacroce

Misty ha venticinque anni e decide di abbandonare la sua terra per Londra. Qui si guadagna da vivere con servizi a domicilio, dal voyeurismo per signore esibizioniste all’assistenza telefonica per maschi disperati e solitari. Misty, insomma, è una prostituta; ci accompagna per tutto il suo viaggio e ci fa fare la conoscenza di personaggi alquanto strambi ma simpatici.

In un misto di confusione e trash, Destroy entra comunque nel profondo, analizzando i comportamenti di tutti i personaggi in modo superficiale ma facendo capire pienamente al lettore la personalità di ognuno. Misty é una sorta di Alex di “Jack Frusciante é uscito dal gruppo” e Holden de “Il giovane Holden” al femminile, cinica, menefreghista, solitaria ma estroversa, bisognosa d’amore e d’affetto. Lo stile stesso ricorda entrambi i libri con l’aggiunta del ricordo dello stile di Chuck Palahniuk, distorto e fantastico, caotico e intimo.
Libro superbo per menti contorte e vogliose di avventure.

VOTO: 9

Precedente Bad Boy Successivo Speciale: Cinema Horror (Anni Venti)