Doll Bones, Holly Black

Poppy, Zach e Alice hanno dodici anni e gli piace tantissimo inventare delle storie, storie di cui sono protagonisti i loro giocattoli, come il pirata William o Lady Jaye. Il loro regno immaginario è guidato dalla Regina, una bambola di porcellana chiusa in una teca di vetro. La Regina, una notte, appare in sogno a Poppy, dicendole di essere stata una bambina di nome Eleanor e di essere ora intrappolata nella bambola che è fatta delle sue ossa. Eleanor convince Poppy ad intraprendere un viaggio alla ricerca della sua tomba, per poter essere seppellita, altrimenti tormenterà Poppy e i suoi amici per il resto della loro vita.

Come è ovunque specificato, è un perfetto libro per ragazzi, per giovani lettori. E’ inquietante nei punti giusti, quando meno te lo aspetti, piccole battute o piccoli segnali che sono in grado di alzare la tensione. Nonostante il background inquietante la storia è incentrata sulla profonda amicizia dei tre ragazzi, messi a dura prova non solo dal “fantasma” ma anche dalle loro età, perché i ragazzi stanno crescendo e stanno cambiando, hanno nuovi dubbi e incertezze. Forse la storia finisce troppo presto, o forse questo è ciò che voleva l’autrice fin dall’inizio, fatto sta che si sviluppa in fretta ma dà i giusti spunti per far lavorare la fantasia dei lettori. Si capisce quindi che la lettura è molto scorrevole, lo stile è semplice e i personaggi sono incastrati benissimo tra di loro, insieme ci sanno fare sicuramente, nonostante le numerose liti tra loro.

Dalla stessa autrice di Spiderwick – Le Cronache abbiamo quindi un libro singolo, descritto come “una storia di amicizia in bilico tra tenerezza e paura, tra Stephen King e Neil Gaiman”, ma ci tengo a sottolineare che è un misto tra King e Gaiman adattato però per i giovani lettori.

VOTO: 7.5

Precedente Il signor W., Federica Leonardi Successivo Joker