Fatherland, Robert Harris

Siamo nel 1964 Hitler ha vinto la guerra e ora il Reich si estende dal Reno agli Urali. Mancano pochi giorni al settantacinquesimo compleanno del Führer, il presidente Americano decide di recarsi in visita a Berlino per negoziare un trattato di pace. Il giorno prima viene ritrovato il corpo di un comandante nazista. Le indagini vengono affidate all’investigatore Xavier March che lo condurranno
in un strada fatta di scandali e complotti. Un originale  thriller-fantapolitico ambientato in un mondo irreale, che fu sul punto di avverarsi con la vittoria di Hitler ai danni degli alleati nella seconda guerra mondiale.  Molto interessante e realistica  è la parte in cui viene descritto lo scenario politico dove la Russia è stata sconfitta e Hitler e Kennedy si stringono la mano. Consigliato a chi vuole viaggiare con la fantasia e immergersi in un mondo che per fortuna non è mai esistito. Un vero capolavoro.

VOTO: 8,5

Precedente Le memorie di Jack lo Squartatore, Clanash Farjeon Successivo Invisible monsters, Chuck Palahniuk