Fine turno, Stephen King

cover Mentre il detective Hodges aspetta il suo turno dal medico riceve una telefonata da un collega che chiede il suo aiuto e quello di Holly Gibney, sua socia. Bill e Holly devono indagare sull’omicidio-suicidio che riguarda la madre di Martine Stover e Martine stessa, che era rimasta paralizzata dopo la strage causata da Mr. Mercedes nel 2009. Brady Hartsfield, il killer, è sopravvissuto e si trova in uno stato semi-vegetativo nella stanza 217 dell’ospedale.  Durante gli anni ha acquisito dei poteri che metteranno in pericolo l’intera città e toccherà di nuovo a Bill Hodges e Holly Gibney fermarlo. Inizia così l’atto finale che porterà all’ultimo scontro il detective Hodges e la sua nemesi, Brady Hartsfield.

Siamo finalmente e purtroppo giunti al capitolo finale di questa trilogia, iniziata nel 2014 con Mr. Mercedes e proseguita nel 2015 con Chi perde paga. Finalmente, perché con questo romanzo possiamo scoprire come si conclude la storia, purtroppo, perché non incontreremo più i personaggi che ci hanno accompagnato durante questi anni e che abbiamo tanto amato, come il detective Hodges, Holly, Brady e tanti altri. In Mr. Mercedes King abbandona il genere horror per cimentarsi nel Thriller, ma nelle ultime pagine di Chi perde paga Brady Hartsfield acquisisce nel suo letto d’ospedale misteriosi poteri telecinetici, da qui si capisce che in Fine turno ritornano gli elementi soprannaturali cari a King. Durante la storia veniamo trasportati indietro nel tempo attraverso numerosi flashback, dove riviviamo il massacro durante la fiera del lavoro causata da Mr. Mercedes anni prima e dove scopriamo come Brady ha ottenuto e sviluppato i suoi poteri. Fin dalle prima pagine si percepisce che siamo arrivati alla fine, non solo della storia ma la fine di tutto.

Anche se non leggeremo più di questi personaggi, li rivedremo in una miniserie per la Tv diretta da Jack Bender.

VOTO:8,5

Precedente Consigli di Settembre Successivo Post Office, Charles Bukowski