In fondo alla palude, Joe R. Lansdale

in-fondo-alla-palude-joe-r-lansdale-L-hH7g6MAnni 30, gli anni della depressione. Texas orientale. Harry e la sorella Tom, mentre cercano un luogo appartato nel bosco per porre fine alle sofferenze del loro cane Toby, rimasto colpito dalla caduta di un tronco da un albero, trovano all’interno di una radura di spine il cadavere seviziato di una donna di colore. Terrorizzati fuggono, ma tra gli alberi una misteriosa figura li osserva, che sia la strana creatura di cui tutti parlano e che tutti temono chiamata l’Uomo-Capra?
Subito dopo essere rientrati a casa raccontano tutto al padre, Jacob, il barbiere della città che svolge anche la funzione di agente di polizia locale e che non ha mai creduto alla leggenda dell’Uomo-Capra. L’uomo decide comunque di indagare sull’omicidio della donna, perché non ha mai sopportato i soprusi che le persone di colore subiscono in quelle zone, scoprendo che altre donne sono state assassinate con la stessa efferatezza.

Il romanzo di Lansdale, vincitore del premio Edgar Award nel 2001, ha molte similitudini con il romanzo di Harper Lee, Il buio oltre la siepe. Infatti in tutti e due i romanzi i protagonisti sono due ragazzini, fratello e sorella, che hanno un padre rappresentate della legge che cerca a tutti i costi di difendere un uomo di colore accusato ingiustamente. In Fondo alla palude è una romanzo che si sviluppa attraverso diversi generi letterari: è un thriller con sfumature horror, un romanzo di formazione perché durante l’arco narrativo assistiamo alla crescita del personaggio principale, Harry, e infine un romanzo storico perché ci viene descritto il Texas rurale e paludoso di quei tempi con le divisioni tra Nord e Sud e soprattutto l’odio razziale contro le persone di colore.

VOTO: 8

Precedente Una perfetta sconosciuta, Alafair Burke Successivo The Pro