Ghost, Paul Roland

“Il mondo dello spirito non chiude i suoi cancelli; è il tuo cuore che è chiuso, sono i tuoi sensi che dormono”. Con questa frase di Goethe si apre “Ghost” di Paul Roland. Non il classico libro dove sono racchiuse le solite storie di fantasmi che prendono spunto dalla letteratura horror e dai film, che per attirare il lettore iniziano ogni racconto con la frase “fatti realmente accaduti”. No, il libro di Roland oltre alle
storie documentate che partono dall’antica Roma sino ad arrivare ai giorni nostri, va oltre. Inoltre è raccontata la più antica testimonianza documentata di un incontro con uno spirito, risalente ai tempi dell’Antico Testamento, e sono presenti le esperienze personali di Charles Dickens e Arthur Conan Doyle, senza tralasciare gli argomenti quali spiritualismo, esorcismo ed esperienze extracorporee. In conclusione in questo libro, come ci descrive Roland, i “fantasmi” vengono classificati come fenomeni naturali e non come le creature che popolano le leggende popolari, i film e la letteratura horror.

Se volete acquistare il libro lo trovate su Amazon.it:

Ghost. Spettri, poltergeist, apparizioni, luoghi infestati e altri fenomeni paranormali

Precedente Sventura, Chuck Palahniuk Successivo Il genio criminale; Carlo Lucarelli, Massimo Picozzi