Guerre del Mondo Emerso, Licia Troisi

Il secondo appuntamento con la saga del Mondo Emerso è dedicata alle Guerre. Anche queste sono formate da tre libri: “La setta degli assassini”, “Le due guerriere” e “Un nuovo regno”.
Sono passati ben quarat’anni dalle vicende della nostra amata Nihal, qualcosa è cambiato, qualcos’altro no.
Ne “La setta degli assassini” Dohor, Cavaliere di Drago diventato Re della Terra del Sole, sta pian piano accrescendo il suo potere in tutte le terre. Ma anche qualcun altro sta complottando per il potere. La Gilda degli Assassini sta infatti riportando
in vita il culto di Aster, il Tiranno. Per compiere i propri voleri la Gilda cerca perennemente guerrieri e soldati assassini, come Dubhe, una ragazza che a soli diciassette anni è diventata la ladra più esperta della Terra del Sole. Anche se Dubhe non è disposta ad uccidere, la Gilda trova qualsiasi mezzo per poter convincerla, ad esempio con un’oscura maledizione che dovrebbe renderla una schiava votata all’assassinio.
Nel secondo volume Dubhe è scappata dalla Gilda degli Assassini, ma deve ancora liberarsi della maledizione. L’unico che la può aiutare è Sennar, il mago più potente. Per raggiungerlo Dubhe deve però arrivare fino alle Terre Ignote e ci arriverà accompagnata da Lonerin, un mago. Nel frattempo la Gilda ha trovato il modo per poter portare in vita Thenaar, il Dio Nero, ma per completare il rito serve una vittima sacrificale e la Gilda ha scelto San, il nipote di Nihal e Sennar. Mentre Ido, lo gnomo maestro di Nihal, cerca di proteggere il piccolo San, Dubhe si deve confrontare con Rekla, la Guardia dei Veleni, proprio quella che l’ha vincolata alla maledizione.

Nell’ultimo capitolo delle Guerre Dohor si è alleato con la Gilda degli Assassini per prendere il potere attraverso la reincarnazione di Aster nel corpo di San. Mentre Ido cerca di difendere San a costo della vita, Lonerin e Sennar sono partiti alla ricerca del Talismano del Potere, che potrebbe ancora salvare le sorti del Mondo Emerso. Per liberarsi dalla maledizione Dubhe deve uccidere il Re Dohor, così finalmente il simbolo della maledizione smetterà di pulsare sul suo braccio e la bestia dentro di lei smetterà di graffiarle il petto per riuscire ad uscire. Ma tutto cambia quando Dubhe incontra Learco, il figlio di Dohor..
Tutti e tre i libri sono pieni di vita, ma si differenziano da quelli delle Cronache per il fatto che, a parer mio, nelle Guerre sono presenti tratti strazianti, di lotta per la vita. Tutti e tre i libri sono carichi di rabbia e angoscia, nota che migliorerà verso la fine, quando si inizierà a percepire gioia e amore. Come sempre i personaggi sono analizzati bene e le descrizioni non sono mai a sproposito. Non si può fare a meno di affezionarsi ai personaggi, soprattutto alla protagonista, una ragazzina con delle difficoltà ma che ha davvero voglia di combattere contro tutto e tutti per liberarsi non solo della maledizione ma anche di tutti gli altri tormenti.
Anche per questa trilogia è stato prodotto un libro di illustrazioni magnifiche, che per gli amanti di tutta la saga è inevitabile comprare. Come nell’altra recensione, anche questa volta non posso fare altri che ringraziare Licia Troisi e Paolo Barbieri, per il racconto magnifico e le illustrazioni eccellenti.

VOTO: 9

Se volete acquistare il libro lo trovate su Amazon.it:
Le guerre del mondo emerso. La trilogia completa

Precedente Consigli di Gennaio Successivo Leggende del Mondo Emerso, Licia Troisi