Il Castello in aria, Diana Wynne Jones

Il giovane venditore di tappeti, Abdullah, investe in un logoro tappeto che pare sia magico; in poco tempo si accorge che è davvero così, il tappeto lo porta nel giardino della principessa Fior-Della-Notte e sembra che faccia avverare tutte le sue fantasie. 

Quando Fior-Della-Notte viene rapita da un Djinn,
Abdullah si mette in marcia con il suo tappeto per ritrovarla. Nel suo viaggio entra in possesso anche di un genio in bottiglia, che sembra voglia fare di tutto per farlo fallire nella sua missione; incontra un vecchio soldato e trova una gatta e il suo piccolo. In marcia, tutti insieme, scopriranno che il rapimento di Fior-Della-Notte è legato alla sparizione di altre principesse e decideranno di salvarle. 
Combattendo, tra inseguimenti, rapimenti, sparizioni, giungeranno infine al castello volante in cui scopriranno che il mago Howl e la sua famiglia sono scomparsi e saranno proprio loro a dover risolvere l’enigma e ritrovarli. 


Inizialmente pare non abbia niente a che fare con il primo capitolo. Fino alla fine ci si chiede se il filo conduttore non sia solamente il luogo in cui le vicende si svolgono. In realtà, colpo di scena finale, si scopre che sono sempre stati tutti insieme e che hanno addirittura preso parte alle varie avventure che Abdullah ha vissuto. Una lettura leggera e coinvolgente. 

Precedente Back to Brooklyn Successivo Bloody Mary