Il gioco di Gerald, Stephen King

Jessie accontenta suo marito nell’ennesima fantasia sessuale, viene ammanettata nel letto di una casa isolata sul lago. Quando viene umiliata allontana suo marito bruscamente, il quale cade a terra stroncato da un infarto. Da quel momento Jessie rimane in trappola e sofferente. La sua agonia è accompagnata da un cane randagio affamato e da una misteriosa presenza
che si manifesta nella stanza. Il libro è strutturato come “La bambina che amava Tom Gordon”, infatti le protagoniste vivono esperienze alquanto simili. Entrambe conoscono il vero significato di solitudine, anche se in maniera e in luoghi differenti. La maggior parte del racconto è appunto ambientato nella stanza da letto dove Jessie è ammanettata. Già dalle prime pagine l’atmosfera è angosciante e claustrofobica. Inoltre la quasi totale assenza di dialoghi lascia abbondante spazio alla descrizione delle emozioni e a qualche flashback dell’infanzia della protagonista.

VOTO: 7,5

Precedente Cenerentola parte II, Ye Xian Successivo Le memorie di Jack lo Squartatore, Clanash Farjeon

2 thoughts on “Il gioco di Gerald, Stephen King

I commenti sono chiusi.