Il quadro maledetto, Fabrizio Santi

Theodor Klissman è appena arrivato in Italia per far visita alla zia, ma quando viene a conoscenza di una strana storia che lega un prete scomparso a un quadro maledetto, la vacanza si trasforma nella ricerca del dipinto, aiutato da Riccardo, un amico musicista, e Irene. Per scoprire il mistero legato al quadro, che pare appaia e scompaia sempre in luoghi differenti e renda
folli tutte le persone che hanno potuto osservarlo, i tre si troveranno ad esplorare i sotterranei di Roma, a tener testa ai membri di una setta segreta e a domandare aiuto a preti e bibliotecari esperti di antichità. Theodor cercherà di rispondere a due complicate domande: Qual è l’enigma che si nasconde dietro la storia di quel quadro? Chi lo ha dipinto? Il quadro maledetto segna l’esordio di Fabrizio Santi. Tutte le descrizioni delle città sono perfettamente dettagliate, grazie al fatto che l’autore è realmente stato nei posti descritti. Questo libro è stato descritto con due parole e paragonato a due autori: avvincente come Ken Follett e enigmatico come Dan Brown, anche se l’autore non è allo stesso livello dei due riesce a creare una storia ricca di enigmi, strani personaggi e situazioni al limite dell’inverosimile. Questa ingarbugliata matassa di misteri si scioglierà soltanto negli epiloghi finali.

VOTO: 6,5

Precedente Consigli di Ottobre Successivo Il paradiso spezzato, John Ralston Saul