Il vangelo dell’assassina, Amanda Lind

Francy è preoccupata. E’ difficile fare la mamma, la moglie e la manager contemporaneamente. Ma tutto cambia quando le viene recapitata a casa la testa mozzata di un suo collaboratore e si vede costretta a scendere in campo. Francy è a capo del più grande impero criminale di Stoccolma, e così, mentre è occupata a fare la mamma, deve occuparsi di scoprire personalmente chi

è la talpa che sta interferendo coi suoi piani e chi l’assassino che la vuole uccidere.

Il romanzo si differenzia da altri thriller per il semplice fatto che viene spiegato e interpretato dal punto di vista del “cattivo”, e questa affascinante prospettiva fa si che il lettore parteggi per la protagonista. Tutto sembra distorto se pensiamo al fatto che Francy è un’antagonista nella sua vita, ma per quanto riguarda la visione del lettore diventa una protagonista che si riesce ad amare. Il personaggio di Francy si presenta come un ossimoro vivente, è amorevole e spietata, forte e fragile, tutto allo stesso tempo. Nel complesso è un libro originale e audace, semplice ma ricco di commozione, eccitazione e turbamento.

                                                                     VOTO: 7.5

Se volete acquistare il libro lo trovate su Amazon.it: 

Il vangelo dell’assassina (Longanesi Thriller)

Precedente A casa del diavolo, Romano De Marco Successivo Il magico potere del riordino, Marie Kondo