La casa segreta in fondo al bosco, Christoffer Carlsson

Dalen, in Svezia, è sconvolto da parecchi furti, tutto ha inizio quando David ritorna nel suo paese per le vacanze estive. Riprende i rapporti con i vecchi amici trascorrendo le giornate in una vecchia casa nel bosco. La casa ha una strana influenza sul gruppo, che si lascia andare ad abusi di droghe, incesti e persino omicidi. Anche David si lascia trascinare in questa follia fino a quando un bambino che stringe un coniglio con un occhio solo, gli rivela di sapere
tutto ciò che succede nel bosco. 
All’inizio del libro l’atmosfera paranormale che aleggia nell’aria, e soprattutto il modo in cui il suo influsso agisce sul protagonista, fa si che il lettore si convinca del fatto che l’intero libro sia un horror, ma, arrivati a metà del racconto, ci si rende conto del cambiamento di genere che l’autore attua trasformando il romanzo in un thriller psicologico ricco di misteri e colpi di scena. Inoltre i personaggi e le ambientazioni sono caratterizzati alla perfezione, il libro non si presenta per niente pesante e resta scorrevole per tutta la durata della lettura.

VOTO: 7.5

Precedente L'estate della paura, Dan Simmons Successivo Consigli di Luglio