La gemella sbagliata, Ann Morgan

Helen ed Ellie sono gemelle. Identiche. Almeno così le vedono gli altri. Ma le due bambine sanno che non è così: Helen è la leader, Ellie la spalla. Helen decide, Ellie obbedisce. Helen pretende, Ellie accetta. Helen inventa i giochi, Ellie partecipa.
Finchè Helen ne inventa uno un po’ troppo pericoloso: scambiarsi le parti. Solo per un giorno. Dai vestiti alla pettinatura ai modi di fare. Ed ecco che Ellie, con la treccia di Helen, comincia a spadroneggiare, mentre Helen si finge la sottomessa e spaventata Ellie. E’ divertente, le due bambine ridono da matte. Ci cascano tutti, perfino la mamma. Ma alla sera, quando il gioco dovrebbe essere finito, e Helen pretende di tornare a essere sè stessa, Ellie per la prima volta dice no. Ormai è lei la leader. E non tornerà indietro. Da questo momento, per la vera Helen comincia l’incubo…

Un thriller che ci mostra come un gioco da bambine possa diventare un tormento. Quando Helen propone lo scambio non sa che da quel momento in poi la sua vita cambierà per sempre, perché si sentirà una persona a metà.

Il racconto si muove tra passato e presente della protagonista, tra il racconto di ciò che succede ora e di ciò che è successo in passato; di tutto quello che ha portato Helen a diventare Smudge. Vicisssitudini che pare nessuno capisca, o non voglia capire, fino in fondo; fatti che la protagonista sarà accusata di inventare e immaginare.
Fino a quando, un brutto incidente non farà rincontrare le due sorelle, e capire a Smudge che non sono poi così diverse, che entrambe sono state prigioniere di una vita che non era la loro. Tutto un gioco finito male, in cui una persona importante ha avuto un ruolo fondamentale senza mai pensare che fosse un modo per distruggere le vite delle ragazze.

Voto: 8

La scrittura tiene incollati alle pagine, quasi come se il lettore diventasse il protagonista e sentisse sulla propria pelle i tormenti di Smudge. Alcuni punti un po’ ostici per quanto riguarda alcuni dialoghi, ma tutto sommato un buon libro.

Precedente The Fireman. L'isola della salvezza, Joe Hill

Lascia un commento

*