La piuma, Giorgio Faletti

Ci stupisce ancora, Giorgio Faletti, con un ultimo libro, postumo. Una favola che accompagna i lettori attraverso la meschinità dell’uomo fino ad arrivare alla curiosità, la quale porta alla consapevolezza.
Seguiamo una piuma come se prendesse il volo dal cassetto in cui il libro stesso era custodito. La vediamo
volare tra gli abitanti di un villaggio, troppo leggera, troppo eterea per essere notata. La seguiamo nel racconto del Re e il Generale, colpevoli e complici nella strage di vite che è la guerra; in quello del Curato e del Cardinale, del quale uno dei due “predica bene e razzola male” mentre l’altro cerca di farlo rinsavire; nel racconto della Ballerina innamorata, in cui l’amore e il dolore non lasciano spazio ad altro; in quello della Donna di Tutti, che si rende conto di quanto sia triste e vuota la vita dei suoi clienti. Finiamo col seguire la piuma nel racconto dell’Uomo del Foglio Bianco, metafora di una vita in cui la curiosità, per ciò che ci circonda, ci eleva al significato ultimo della piuma stessa…perché una piuma è fatta per volare.

VOTO: 9

Precedente Kick-Ass Successivo Consigli di Giugno