Il ladro di anime, Paul Doherty

07a8aef5-41fc-4ca8-818e-f4c629b6e5dd1565 anno del Signore. Un potente stregone viaggia per tutta l’Inghilterra lasciandosi alle spalle una lunga scia di cadaveri a cui viene strappato il cuore: la gente lo chiama “Il ladro di anime” ma il suo vero nome è Henry Frogmore. I sovrani di mezzo mondo desiderano avere i servigi di questo oscuro personaggio tranne la regina d’Inghilterra, Elisabetta, che affida il compito di catturarlo ad una abilissima spia, William Cowper. Ma Elisabetta non è la sola che vuole la cattura di Frogmore, infatti anche i nemici giurati della corona, Il Vaticano, hanno mandato qualcuno alla ricerca dello stregone, e quel qualcuno è il gesuita Michael St. Clair, aiutato dalla sua spada e da una vergine con il dono della veggenza.

Anche se il libro viene identificato come un giallo storico, sono presenti elementi fantasy e horror, evidenziati soprattutto nell’antagonista. Il ladro di anime ha venduto l’anima al diavolo in cambio di poteri, ma questi poteri per poter essere abbastanza forti prevedono il sacrificio di persone, alle quali viene letteralmente strappato il cuore; grazie a questi sacrifici l’anima delle vittime diventa proprietà del ladro, che quindi può assumere le sembianze delle sue vittime. In sostanza questo romanzo è un’avventura fantastica con tanti cenni storici, ricca di inseguimenti, duelli, macabri omicidi e tanti colpi di scena.

VOTO: 7

Precedente Consigli di Luglio Successivo Una perfetta sconosciuta, Alafair Burke