Le notti di Salem, Stephen King

Ben Mears è uno scrittore che decide di tornare a Jerusalem’s lot, per scrivere il  nuovo romanzo, che parla di casa Marsten, una vecchia magione. In questa villa Ben, da ragazzo, ha vissuto una terribile esperienza, ed è arrivato il momento di affrontare i fantasmi del passato. Ben oltre a fare la conoscenza di Susan, scopre che
casa Marsten è stata affittata a due misteriosi personaggi: il signor Straker e il signor Barlow. Da quel momento a Salem’s lot iniziano ad accadere strani avvenimenti, e i cittadini ad avere atteggiamenti inspiegabili. Pubblicato nel 1975, “Le notti di Salem” è il secondo romanzo di King, dopo Carrie. Il romanzo inizia con le sempre geniali introduzioni, dove ci viene spiegato in prima persona, da King, come è nata l’idea di scrivere una storia di vampiri, omaggiando il celebre “Dracula” di Bram Stoker. Questo romanzo è terrore puro, la paura dei personaggi viene trasmessa al lettore diventando reale. Le notti di Salem oltre ad essere un classico tra le opere di King, nel tempo è diventato un classico della letteratura horror moderna.

VOTO: 8

Se volete acquistare il libro lo trovate su Amazon.it:
“Allora spegnete la TV, anzi, perché non spegnete tutte le luci lasciando solo quella sulla vostra poltrona preferita? e parleremo di vampiri qui, nella penombra.Credo di potervi far credere che esistano , perché, scrivendo questo libro, ci ho creduto anch’io.”

Precedente Il rituale, Nick Stone Successivo Una stanza piena di gente, Daniel Keyes