Mucchio d’ossa, Stephen King

Mike Noonan è un autore di romanzi con il blocco dello scrittore, causatogli dalla morte della moglie. Dopo quattro anni iniziano a farsi sempre più ricorrenti degli incubi ambientati in una vecchia casa. Per andare incontro alle sue paure decide di passare un periodo nella casa al lago Dark Score. In città conosce Mattie Devore e la figlia Kyra, da quel momento
la sua vita non sarà più la stessa.Come ho precedentemente scritto nella recensione di “Joyland”, quando una storia di fantasmi incontra una storia romantica, King da il meglio di sé e in questo caso specifico è addirittura riuscito a creare, a parer mio, il miglior romanzo, che nella mia personale classifica è al primo posto. Le emozioni viaggiano al massimo passando da alcune parti di terrore, a tal punto che il lettore deve alzare la testa dalle pagine e guardarsi intorno ad ogni minimo rumore, a parti emozionanti e alcune volte tristi che quasi creano nel lettore una sorta di malinconica e addolorata commozione. Ogni volta che lo si rilegge, questo libro acquista ulteriore bellezza.

VOTO: 9

Se volete acquistare il libro lo trovate su Amazon.it:
Mucchio d’ossa. Una storia d’amore maledetta

“Forse siamo sempre indotti a pensare che ciò che è perduto era il meglio… o lo sarebbe stato. Non ne sono sicuro.”

Precedente Speciale: Il tuo sapone naturale Successivo Speciale: Le 20 (e più) fobie più bizzarre