Rantoli dal buio, Alfonso F. Dama


Alla fine tutte le cose, non devono forse essere inghiottite dalla morte?
                                                                                                                               (Platone)  <

br />                                                                                                             
A volte di notte sentiamo dei rumori. È il silenzio che ce li fa avvertire quando il frastuono di fondo del mondo non c’è più. Qualche volta sembrano più vicini, più strani. Qualche volta, somigliano a rantoli. Quando parliamo di raccolte horror gli scrittori che ci vengono subito in mente sono Stephen King e Edgar Allan Poe. Alcuni preferiscono le raccolte di racconti perché
per ogni racconto si vive un’esperienza diversa e, ad esempio nei racconti horror, si ha subito l’impatto con il terrore e si ha varie volte, per ogni racconto, rispetto ai libri dove la paura non è continua ma vi sono delle pause. Poi ci sono raccolte come questa che riesce a creare un mix prendendo sia da King l’orrore più umano e da Poe un orrore che nasceva dal subconscio. In questi 18 racconti troveremo: un serial killer poeta, un sabba di streghe, un vampiro invisibile che si riflette soltanto negli specchi e molti altri.

VOTO:7,5

“Al corpo segue solo l’ombra, nel regno dei morti silente.”
                   
                                                                            (Johann Wolfgang Göethe)

Precedente Frank Frazetta's Dracula Meets the Wolfman Successivo Joker/Mask