Speciale: Piccoli Brividi

Chi di voi si ricorda dei “Piccoli Brividi”? Questi libri creati da R.L. Stine nel 1992 sono state delle piccole perle, capaci di farti vivere delle innumerevoli avventure “spaventose” durante tutta l’infanzia. Grazie a loro ho iniziato ad avvicinarmi al genere Horror. Alcuni sono diventati delle saghe, come “Il pupazzo parlante” o “Il barattolo mostruoso”. Qui sotto vi elencherò i 10 titoli che ho reputato i migliori.
Per vedere anche il video del nostro speciale clicca su questo link!

 

 

La casa della morte 

 

Amanda e Josh Benson si trasferiscono con la loro famiglia nel paesino di Cascata Tenebrosa. Nella grande casa Amanda sente risatine e strani rumori e tutto si fa ancora più strano quando conoscono gli altri bambini del paesino, bambini che si allontanano quando esce il sole e a cui il cane ringhia continuamente…

 

 

 

 

 

Un barattolo mostruoso


Evan Ross è a casa della zia Kathryn mentre i suoi genitori cercano casa ad Atlanta. Un giorno, con la sua amica Andy, trova un barattolo di vetro in un vecchio negozio di giocattoli con un’etichetta su cui c’è scritto “SANGUE DI MOSTRO”. Il barattolo è pieno di melma verde che sembra respirare, e che comincia a crescere sempre di più…

 

 

 

 

 

Il pupazzo parlante

 

Le sorelle gemelle Lindy e Kris Powell, durante un’escursione in una casa abbandonata, notano una cosa che sporge dalle macerie. E’ un pupazzo umanoide da ventriloquo che si chiama Slappy…

 

 

 

 

 

 

La maschera maledetta

 

Carly Beth è una ragazza che ha paura di tutto, e per questo viene sempre presa di mira da tutti. Un giorno decide di non avere più paura degli scherzi, ma di spaventare gli altri con una maschera appena comprata……

 

 

 

 

 

 

L’ultimo Halloween

 

Brandon Plush è un ragazzino a cui piace molto fare brutti scherzi alle altre persone. Il giorno di Halloween decide di fare uno scherzo al suo professore, ma i cani del professore lo rincorrono finché Brandon non arriva davanti ad un dirupo lungo tre metri e lo salta, scoprendo dall’altra parte una brutta verità…

 

 

 

 

 

Morto ma non sepolto


Al termine di una gita al cimitero Spencer Kassimir si scorda lo zainetto e il cappellino vicino ad una lapide, così decide di tornare a recuperarli quella sera accompagnato dalla sua amica Audra. Ma quando stanno per uscire dal cimitero incontrano i due bulli che prendono sempre in giro Spencer. I due legano Spencer ad una lapide e scappano, mentre Audra cerca aiuto. Spencer, però, dopo poco tempo, si accorge di un macabro particolare…

 

 

 

 

Il fantasma nello specchio


Jason è un ragazzino pauroso, continuamente tormentato per questo dalla sorella Claudia. Un giorno la camera di Jason viene rinnovata con un comò dotato di tre cassettoni (uno dei quali sembra inchiodato e non può essere aperto) e una specchiera. Lo specchio ha però dei poteri malvagi, essendo in grado di sostituire chi vi specchia con dei sosia violenti, intrappolando l’originale nello specchio. Ciò succede prima al cane di Jason e poi al suo migliore amico Fred. Una notte, lo specchio cerca di prendere anche Jason….

 

 

 

 

Foto dal futuro

Greg va con i suoi amici a esplorare una casa abbandonata e trova una macchina fotografica speciale che fa delle foto che rappresentano il futuro. Fa una foto alla sua amica Shani ma lei nella foto non compare, e dopo mezz’ora Shani si perde dal gruppo di amici, ma quando Greg strappa la foto Shani ricompare. Allora decide di riportare la macchina fotografica alla casa abbandonata. In quel luogo scoprono che non solo fa delle foto al futuro ma è proprio essa che decide il futuro.

 

 

 

 

Il campeggio degli orrori


Billy Harlan è sul pulmino per recarsi al campeggio “Luna Nera”, nella speranza di passare una settimana di vacanze, sole e divertimento. Il pulmino però ha un guasto e l’autista lascia lui e gli altri ragazzi in mezzo ai boschi. I ragazzi vengono quasi attaccati da un branco di strane creature ma queste vengono messe in fuga dall’arrivo di un guardiacaccia, che è in realtà il direttore del campeggio “Luna Nera”, Al. 

 

 

 

 

Un mostro in vacanza


Wendy è in vacanza con suo fratello Elliot e i suoi genitori. Mentre stanno viaggiando in auto, i due ragazzi, che si stanno annoiando a morte, chiedono il permesso di poter proseguire il viaggio nella roulotte che si stanno portando dietro. I genitori acconsentono e i due vi entrano, però, appena il viaggio riprende, la roulotte si sgancia, e percorre un grande tratto di strada all’indietro. Appena si ferma, i due escono, e si trovano davanti ad un centro vacanze, il “Centro vacanze sportive di Re Viscigommolo”. Buddy, l’animatore capo del centro, li aiuta ad uscire dalla roulotte e li invita a fermarsi da loro. Wendy incontra le sue compagne di stanza, Dierdre, Ivy e Jan, che le spiegano che nel centro vacanze è obbligatorio partecipare a delle competizioni sportive, al vincitore delle quali viene assegnata una “Medaglia Reale di Re Viscigommolo”, e che con sei medaglie si partecipa alla “Marcia dei campioni”. La sua amica Dierdre partecipa e subito dopo scompare nel nulla… 










Precedente I ragazzi di città, Francesco Abate Successivo Panino al prosciutto, Charles Bukowski