The Fireman. L’isola della salvezza, Joe Hill

9788820060909_the-fireman_isola-della-salvezzaIl Trichophyton draco incendiarius, letale fungo parassita dell’uomo, in grado di portare alla morte per autocombustione e ribattezzato Scaglia di Drago, si è diffuso con velocità e, come una moderna peste per il nuovo millennio, ha decimato la popolazione, lasciando i pochi sopravvissuti in balia di un destino incerto.
Dopo essere stata salvata dal misterioso uomo del fuoco, che si scoprirà chiamarsi John Rockwood, Harper viene condotta nella comunità dove gli infetti si sono rifugiati. Qui passa le giornate riprendendo il suo vecchio lavoro di infermiera aiutando chiunque abbia bisogno e, grazie a questo, Harper è ben voluta da tutti. Ma le cose belle non durano per sempre: una notte il campo viene attaccato da una squadra di cremazione e padre Tom Storey, colui che dirige la comunità, viene ferito cadendo in coma. La figlia Carol prenderà il suo posto e le cose cambieranno drasticamente per tutti, fino a quando un secondo attacco da parte delle squadre di cremazione non distrugge il campo. A questo punto Harper, l’uomo del fuoco e il resto dei sopravvissuti intraprenderanno un lungo viaggio verso la leggendaria isola di Marta Quinn, dove si trova una comunità che accoglie e cura gli infetti.

Con “L’isola della salvezza” siamo finalmente giunti all’epilogo della storia iniziata con “L’uomo del fuoco”, uscito in Italia in due parti rispetto agli Stati Uniti, dove è stato pubblicato in un unico volume, forse per motivi di vendite o forse per rendere la lettura più leggera vista la quantità di pagine, più di seicento.
Se nella prima parte abbiamo assistito alla scoperta, al dilagare dell’epidemia e alla divisione in due gruppi distinti delle squadre di cremazione e degli infetti che si rifugiano nella comunità, nella seconda parte questa divisione non si noterà più perché si scopriranno, oltre a tantissimi segreti, i veri piani che alcuni infetti tramavano nell’ombra. Si vedrà anche un evoluzione della nostra protagonista Harper, che passa dall’essere l’infermierina altruista che aiuta le persone ad un vero e proprio eroe, riuscendo tra le altre cose a controllare la scaglia e il fuoco proprio come il misterioso uomo del fuoco di cui scopriremo inoltre il misterioso passato.
Da questo romanzo sarà tratto anche un lungometraggio diretto da Louis Leterrier.

 

VOTO: 8

Precedente Consigli di Novembre Successivo La gemella sbagliata, Ann Morgan