Tre atti e due tempi, Giorgio Faletti

Il proTreAttiDueTempitagonista di questa storia è Silvano, detto Silver, ex pugile ed ex galeotto per aver venduto un suo incontro, che attualmente lavora come magazziniere in una squadra di calcio di serie B. Il giocatore di maggior spicco è suo figlio Roberto, detto Il Grinta, con cui ha un difficile rapporto a causa del suo passato. Quando le cose tra i due sembrano andare per il verso giusto, Silvano scopre che Roberto vuole vendere l’incontro che farà passare la squadra in serie A e farà di tutto per non fargli commettere gli stessi errori. Questo non è un vero e proprio romanzo, ma è più che altro un lungo racconto, dove Faletti parla non solo di problemi familiari tra padre e figlio e della prigione ma affronta anche temi sempre attuali come la corruzione e le scommesse nello sport. Tutto questo lo fa in maniera forse un po’ troppo frettolosa, senza approfondire la storia e la psicologia dei personaggi. Nonostante questo l’intera storia è piacevole e si lascia leggere velocemente senza però raggiungere i livelli di altri suoi libri.

 VOTO: 6,5

Precedente Speciale: Il gatto nelle diverse culture Successivo Piccoli omicidi, Massimo Picozzi